Post

Visualizzazione dei post da Ottobre, 2018

Sistemi Ciberfisici e macchine collaborative in Industria 4.0

Immagine
Quali sono le tre fasi sequenziali abilitate dai sistemi ciberfisici?
I sistemi ciberfisici abilitano tre fasi sequenziali: generazione e acquisizione dei dati, computazione ed aggregazione dei dati precedentemente acquisiti ed, infine, supporto al processo decisionale.




Sempre più si parla di macchine senza operatore locale, in grado di essere connesse alla rete e di effettuare operazioni a distanza, in relazione a comandi forniti da operatori, ma anche da altre macchine.

Nello stesso tempo si parla di macchine autonome in grado di decidere in modo locale quali scelte effettuare e quali informazioni inviare al mondo esterno.

In altre parole sempre più sentiamo parlare di sistemi ciberfisici. In questo articolo facciamo il punto della situazione

Indubbiamente stiamo assistendo nel mondo dell’industria ad una rivoluzione che sta modificando profondamente, non solo i processi produttivi, ma anche il ruolo che le macchine devono ricoprire all’interno di questi ultimi.

Ci si focalizza sem…

Ponti sicuri, le tecnologie per il monitoraggio in tempo reale

Immagine
L’invecchiamento di ponti e viadotti e la scarsa manutenzione non riguardano solo l’Italia.
L’aggravante, nel nostro paese, è la mancanza di prevenzione e l’assenza di progetti per l’impiego di sistemi ICT (dai sensori ai microprocessori) sia in fase di progettazione che come supplemento di sicurezza. Vediamo come rimediare


Impatti organizzativi della Digital Transformation

Immagine
Una delle principali caratteristiche della digital transformation è la sua pervasività. Non esiste aspetto o attività, all’interno di qualsiasi organizzazione complessa, che non sia interessato dal cambiamento paradigmatico imposto dall’avvento delle tecnologie del digitale. Non si tratta, infatti, di un processo esclusivamente tecnologico, ma di un complesso e articolato percorso di cambiamento, in cui l’ammodernamento delle tecnologie informatiche va di pari passo con il ripensamento complessivo del proprio modello organizzativo.

Un processo che richiede quindi il coinvolgimento delle diverse funzioni dell’organizzazione, al fine di garantire lo sviluppo e la successiva implementazione di percorsi di change management coerenti e di largo respiro. Eppure, molte delle strategie di trasformazione digitale adottate dalle amministrazioni italiane rimangono ancora oggi appannaggio esclusivo della funzione IT. Il risultato è rappresentato da piani concepiti nelle segrete stanze dei tecnol…

Trasformazione digitale, l’Italia fa progressi

Immagine
Quasi la metà delle aziende italiane ha implementato con successo progetti di innovazione tecnologia, ma la strada da fare è ancora molto lunga. Le aziende più grandi sono molto avanti, mentre Mentre le piccole e medie imprese, che rappresentano però una parte fondamentale del mercato italiano, si trovano in grande difficoltà”.  Un ruolo centrale hanno le risorse umane e la collaborazione fra persone che conoscono i processi interni dell’azienda e persone con forti competenze digitali e tecnologiche, spesso esterne all’impresa.

La creatività diventa lavoro

Immagine
Evento MeshAREA TALK Intesa Sanpaolo B1
di Martedì 21 Agosto 2018 19.00

Incontro con Andrea Pezzi, CEO & Founder di Gagoo Group.
Introduce Sandro Bicocchi, Vice Presidente Fondazione per la Sussidiarietà.


TRASCRIZIONE DELL'EVENTO

L’Internet delle cose cambia le aziende, e rende possibile la digital transformation

Immagine
L’Internet delle cose cambia la società e le aziende, e rende possibile digital transformation e creazione di valore. Un cambiamento che  non è indolore e necessita di investimenti in cultura e formazione. Ecco come fare in un articolo comparso a gennaio 2018 su "Industria Italiana" scritto dal dottor Shoumen Palit Austin Datta, Senior Member, MIT Auto-ID Labs, Research Affiliate, Department of Mechanical Engineering, Senior Scientist, MDPnP Lab, Department of Anaesthesiology, Massachusetts General Hospital, Harvard Medical School. L'articolo originale in lingua inglese è stato pubblicato nel Journal of Innovation Management (vol. 3, n. 3, 2015). La traduzione in lingua  italiana è della dott.ssa. Marianna Marchesi, Architetto e Ricercatore, Member of ISAAAC Association – Global Advisory Group.

I benefici dei social media per le aziende

Immagine
L'uso sicuro, integrato e responsabile dei social network e del web apporta numerosi vantaggi alle aziende, ed in particolare nel marketing aiuta a raggiungere gli obiettivi, sia a breve che a medio-lungo termine.


Un'azienda intelligente si realizza con un'intelligente strategia di digitalizzazione

L'azienda digitalizzata in modo intelligente è un'azienda vincente: veloce, competitiva, capace di conquistare e soddisfare i propri clienti.

LA STRATEGIA PER DIGITALIZZARE

Per diventare un’azienda 4.0, non basta la parola! Serve una strategia.
Senza un strategia non si va da nessuna parte.

Un’ azienda intelligente ha bisogno di un strategia per evitare di affastellare una serie di iniziative che, singolarmente, possono anche apparire tutte di valore ma senza un disegno complessivo rischiano di produrre, bene che vada, delle inefficienze.

Si parte da una domanda: Pensi che tra 5- 6 anni la tua azienda sarà sostanzialmente uguale a quella di oggi?

Se la risposta è SI allora finché guadagna trovati un compratore e vai a goderti i soldi in una bella isola dei Caraibi.Se la risposta è NO allora sai che di certo non puoi rimanere fermo ad aspettare che il Mondo si fermi.
Non hai alternative ti serve definire la strada.

Ma devi cominciare a chiederti come lavoreranno con la digitalizz…

Documenti digitali strutturali e dinamici per un'azinda veloce ed efficiente

Immagine
Basta fotocopie e firme. Innovare digitalmente significa anche adeguare l'azienda ai requisiti cogenti e volontari automatizzando molte incombenze burocratiche.
Fare business significa relazionarsi con clienti, fornitori, collaboratori e partner nel modo più efficace ed efficiente possibile.  La mancata digitalizzazione dei flussi documentali e la non integrazione all’interno delle filiere  rallentano il business, impattando negativamente sulla qualità dei processi e sul time to market.